Settimana scorsa abbiamo degustato un ottimo Giovin Re Toscana IGT 2017 di Michele Satta insieme a Giacomo Satta e al nostro sommelier Francesco Gargiulo.

Si tratta di un vino nato da un’improvvisa intuizione: assaggiando l’uva in vendemmia si è trovata la straordinaria ricchezza aromatica che lo contraddistingue, tanto da prendere la decisone di vinificarlo in purezza. E’ ottenuto da uve di Viognier raccolte a maturazione piena e pressate a grappolo intero. Il mosto decanta per 3 giorni a 5 gradi e in seguito viene travasato per la fermentazione in vecchie barriques. Dopo circa sei mesi nel legno in vino viene filtrato e imbottigliato, dove sosta per 1 anno prima di poter essere degustato. Si consiglia di attendere un paio di anni prima di degustare questo vino bianco che saprà sicuramente stupirvi, presenta un’interessante capacità di invecchiamento.

La Degustazione

Riprendendo quello che ci siamo detti in fase di degustazione, sono emerse queste caratteristiche:

  • Colore: si presenta di un giallo dorato
  • Al naso: elegante dai sentori di frutta matura come di albicocca e agrumi, arricchito da note speziate d’incenso e sapori tipicamente orientali
  • Al palato: fresco ed armonioso, piacevolmente persistente

Giovin Re Toscana IGT di Michele Satta accompagna perfettamente piatti sapidi e speziati, ottimo con il pesce e formaggi di media stagionatura. Va servito ad una temperatura consigliata tra i 8 e 12 gradi.

La mia ricetta in abbinamento: Carpaccio di gamberi su crema di zucchine

Sole, mare, estate. Questi gli ingredienti che varcano la mia cucina e si presentano sul tavolo. Partendo da qua, ho sperimentato un pochino, ripensando a quanto detto durante la live. Non riuscivo proprio a togliermi dalla mente l’accostamento speziato della paprika e così ho deciso di inserirla nella mia ricetta.

 

Ingredienti

  • 200 gr gamberi di Mazzara del Vallo (crudi)
  • 4 zucchine
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 radice da 3 cm circa di zenzero
  • 1 lime
  • Paprika q.b.
  • Olio EVO q.b.
  • Sale & Pepe q.b.
Sorsi di-vini: Carpaccio di gamberi in abbinamento con GiovinRe di Michele Satta

Procedimento

Tritate la cipolla e fatela soffriggere con dell’olio EVO. Nel frattempo, lavate e spuntate le zucchine, tagliatele a cubetti e quando la cipolla sarà ben cotta cacciatele dentro.

Cuocetele a fuoco medio per circa 10/15 minuti, se necessario aggiungete un po’ d’acqua. Passate ora un mixer ad immersione per ottenere una crema liscia e omogenea.

Passiamo ai gamberi, apriteli e puliteli dal filamento nero. Io vi consiglio di non lavarli senza carapace, altrimenti perderanno quel caratteristico profumo e sapore di mare. Metteteli su un foglio di pellicola leggermente oliata e batteteli delicatamente con un batticarne per facilitare l’appiattimento.

Passiamo ora al condimento: tritate lo zenzero e versatelo in un contenitore. Aggiungete il succo di un lime, olio, sale, pepe e paprika dolce. Intingete i vostri meravigliosi gamberi in questa emulsione.

Impiattiamo! Prendete un piatto che amate, per una forma circolare perfetta aiutatevi con un coppapasta per versare la crema di zucchine. Adagiate sopra due gamberi per persona e decorate con scorzetta di lime e un po’ di paprika a colorare. Un antipasto fresco, goloso, leggermente speziato che si sposa perfettamente con un calice di Giovin Re Toscana IGT 2017 di Michele Satta. Buon appetito!